Risarcimento danni – mancata attivazione linea telefonica e adsl – danno esistenziale e patrimoniale – configurabilità.

Interessante sentenza sul risarcimento del danno patrimoniale ed esistenziale a seguito di risoluzione contrattuale, per inadempimento (mancata attivazione) dell’ente gestore della linea telefonica.

In particolare, nel caso di specie, il gestore telefonico aveva omesso di attivare la linea telefonica fissa e Adsl, nonostante l’utente (un’impresa commerciale) avesse pagato le  rispettive fatture. L’impresa a causa della mancata attivazione, subiva numerosi disguidi e ritardi nel rapporto con i  clienti.

A tal proposito il Giudice di Pace liquidava, oltre al danno patrimoniale, anche il danno esistenziale in via equitativa, ritenendo che “pur non incidendo sulla salute del titolare della Società attrice, gli ha reso alquanto precario lo svolgimento delle sue abituali attività”. Sul punto si fa notare come alcuni Giudici di merito continuino a riconoscere il danno esistenziale in modo “elastico”, nonostante i Giudici di legittimità - come le ormai note sentenze gemelle (Cass. nn. 26972; 26973; 26974; 26975 del 2008) - abbiano tentato di mettere un freno al riconoscimento del danno esistenziale per questioni bagatellari. Sarà curioso verificare se tale decisione verrà confermata in caso di appello.

 Risarcimento danni – mancata attivazione linea telefonica e adsl – danno esistenziale e patrimoniale.

Avvocato Giuseppe Maniglia - Consulenza Legale Online

 

Pubblicato in Sentenze diritto civile

Site Map